Tag Archives: ifttt

Chapter 14 ‘ the dream of the disembodied birds’ by Andrea Splisgar

Chapter 14 performs a tribute to all imagery and sound in film history that has left signs in one’s memory, inspired one’s own artistic language and fuels one’s own imagination without inspiration of any kind – as without memory itself – no work of art could have ever been created. nothing is original, originality is non – existent! stealing only from what directly speaks to our heart and soul, (in this case, acoustic excerpts from over 60 favorite film scenes), our thievery will transform into invaluable authenticity the performance does not bother to conceal the thievery… the contrary! it celebrates it, as if it is a daring dance into one’s own personal conquer of unknown territory,… always remembering what Jean-Luc Godard said:
‚It’s not where you take things from – it’s where you take them to!’ https://vimeo.com/18294834

The responsibility of privilege

Published on Jan 12, 2013. Linguist and political activist Noam Chomsky remains as vigorous as ever at the age of 84. His popularity – or notoriety as some would say – endures because he is still criticising politicians, business leaders and other powerful figures for not acting in the public’s best interest. At the heart of Chomsky’s work is examining the ways elites use their power to control millions of people, and pushing the public to resist. In this episode of Talk to Al Jazeera, Noam Chomsky sits down with Rosiland Jordan to talk about the two main tracks of his life: research and political activism.
http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=l64zFyTuy_8

Luigi Cavallaro commento su “Le due Destre” di Marco Revelli

Dodici anni fa, Marco Revelli pubblicò un libro intitolato “Le due destre”. Vi si sosteneva che lo scenario politico italiano vedeva contrapporsi non una destra e una sinistra, bensì due destre, una tecnocratica ed elitaria, l’altra populista e plebiscitaria. Che entrambe avevano l’obiettivo di offrire una sponda al processo di ristrutturazione in corso nel mondo produttivo, smantellando le regole e le garanzie su cui si era costruito il compromesso socialdemocratico della seconda metà del ‘900. (…) http://www.sinistrainrete.info/sinistra-radicale/176-dodici-anni-fa-marco-revelli-pubblico-un-libro-intitolato-qle-due-destreq.html

Red: I cento giorni di Berluscone. Per Mediaset e per il bene del paese

Troviamo un esempio tra i più divertenti dell’intera storia del giornalisno nel comportamento della stampa transalpina di fronte all’avanzata di Napoleone dalle coste francesi, proveniendo dall’esilio all’isola d’Elba, verso la capitale. In pochi giorni infatti gli stessi giornali, le stesse redazioni titolarono da “la canaglia di nuovo sul suolo di Francia”, quando Napoleone era ancora dalle parti di Cannes, per passare ad un cerimonioso “sua maestà è tornata a Parigi”, non appena Luigi XVIII fuggì precipitosamente dalla capitale francese per lasciar posto al ritorno di Napoleone il giorno successivo. Chissà quali, e quanti, aneddoti ci lasceranno i prossimi cento giorni di Berluscone visto che l’uomo proviene dal mondo dello spettacolo. E chissà se finiranno in una Waterloo oppure in un incofessabile papello all’italiana. E’ sicura una cosa: come i cento giorni di Bonaparte, i prossimi cento di Berluscone hanno robuste spiegazioni materialistiche. (…) http://www.sinistrainrete.info/politica-italiana/2451-red-i-cento-giorni-di-berluscone-per-mediaset-e-per-il-bene-del-paese.html

Il secondo default della Grecia

(…) Molto interessante il meccanismo di questo secondo default della Grecia. Il governo greco ha ricomprato una grande quantità di propri titoli di debito (carta straccia) pagandoli meno di un terzo del loro valore di emissione. Per farlo ha utilizzato fondi concessi dall’Esfs (il cosiddetto “fondo salvastati”) che a sua volta li ha avuti in prestito dalla Bce. Questi fondi sono garantiti da tutti gli Stati dell’eurozona, i cui debiti pubblici sono così aumentati in misura proporzionale ai rispettivi Pil. E fin qui, niente di male: solidarietà, si potrebbe dire. Ma a chi sono finiti i fondi con cui il governo greco ha ricomprato quei titoli? In parte alle banche greche, sull’orlo del fallimento per le operazioni speculative che hanno messo in atto negli anni passati. Per questo il Governo greco si appresta a sostenerle con un’altra tranche di un nuovo prestito concesso dalla Troika, utilizzando anche in questo caso fondi dell’Esfs. (…) http://www.ilmanifesto.it/attualita/notizie/mricN/8993/

Se Berlino torna alla realpolitik

La quiete dopo la tempesta dovrà attendere. Ancora non si sa quanto. Però dopo una torrida estate, che alla prova dei fatti si è rivelata meno massacrante del temuto, si intravede un autunno sempre caldo per l’euro ma più governabile e governato che in passato. Un biennio abbondante di “bollenti spiriti” sembra ora lasciare il passo a una gestione più pacata, razionale ed equilibrata della crisi. http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2012-08-23/berlino-torna-realpolitik-064604.shtml?uuid=Ab30pMSG